Follow by Email

domenica 2 gennaio 2011

ISO e Mega pixel, sfatiamo i miti

I geni del male del marketing sono riusciti con il digitale a inculcare due falsi miti: la sensibilità e la risoluzione dei sensori.
Per anni ci hanno propinato una corsa verso i Mega Pixel facendoci credere che fossero la cosa più importante nella fotografia digitale. Ricordo la mia prima compatta digitale, una Casio che salvava i files su floppy disk...poi sono arrivate le prime macchine fotografiche a 3-4-5 Mega Pixel di risoluzione ed oggi, dopo pochi anni, il mercato propone macchinette compatte da 14 Mega Pixel come se fossero la normalità.
A cosa serve la risoluzione? A permettere una certa grandezza di stampa, il foto ritocco è tutt'altra cosa e non direttamente legata a questo dato.
Ora, premettendo che la maggior parte delle persone neanche stampa le proprie foto ma le guarda solamente al pc, va riscontrato che la maggior parte di coloro che stampano si fermano a formati che arrivano, al massimo, a 15x20 cm. Attenzione attenzione, per una stampa di questa grandezza sono sufficienti...3 Mega Pixel, 4 se si vuole stare tranquilli e 5 a voler stare proprio comodi! Il resto dei pixel a che ci servono? Renderanno migliore la foto forse?
No, fanno l'esatto contrario, la rovinano perchè i sensori delle compatte sono minuscoli e più pixel ci mettiamo dentro e maggiore difficoltà avranno a catturare la luce.
Ecco, il concetto di LUCE è fondamentale, quando si parla di fotografia è di luce che si parla, o c'è o non c'è, che sia naturale o artificiale non conta, il concetto base è che se manca la luce le immagini degradano pesantemente.
Ecco che si arriva al secondo mito creato dal marketing per vendere: gli ISO.
Per ISO si intende la sensibilità del sensore esattamente come avveniva per la pellicola, maggiore è il numero ISO raggiungibile e maggiore sarà la sensibilità del sensore aumentando la possibilità di fare foto con minore luce disponibile.
Attenzione.
Anche qua, come per i Mega Pixel, va tenuto conto della grandezza del sensore in questione, se parliamo di un minuscolo sensore di una compatta o di una bridge, leggere che arriva fino a 6400 ISO dovrebbe semplicemente farci rotolare a terra dalle risate. E' solo un numero sulla scatola, scordatevi belle foto a quei valori perchè la macchina vi sfornerà un mosaico al posto della foto.
A grandi linee le compatte e le bridge possono arrivare a 800 ISO mantenendo la decenza per stampare in piccolo formato, poi degradano parecchio mentre le reflex, in virtù di un sensore considerevolmente più grande, possono salire molto con le sensibilità senza degradare l'immagine.
Vi metto una foto per farvi capire quanto diverse siano le grandezze dei sensori:




Come potete vedere le compatte hanno un sensore veramente piccolo, per intenderci, bene che vi vada avrete un 1/1.8" e capirete quindi che se ci infiliamo gli stessi Mega Pixel che troviamo su un sensore da reflex questi saranno addensati su un'area molto minore con il conseguente decadimento della qualità dell'immagine.


Ricapitolando se entrate in un negozio ed il commesso inizia a sparare numeroni circa sensibilità e risoluzione...giratevi e scappate a gambe levate perchè sta solo cercando di spennare il pollo di turno.


Cosa scegliere allora? Perchè è a questa domanda che bisogna rispondere alla fine, io direi che in base a ciò che offre oggi il mercato i punti salienti da tenere sempre a mente sono i seguenti:


- per una compatta o una bridge non salire oltre i 10 Mega Pixel per non ritrovarsi sensori troppi carichi e poco sfruttabili
- per una reflex stare tra i 12 ed i 16 Mega Pixel, di più non serve, calcolate che un file sfornato da una reflex a queste risoluzioni permette stampe delle dimensioni di un poster...direi più che sufficiente per un amatore
- non perdere troppo tempo dietro alla sensibilità ISO, la maggior parte delle fotografie si scattano di giorno ad ISO bassi e la sera, credetemi, è meglio un colpetto di flash piuttosto che salire con la sensibilità, la qualità della foto ve ne sarà grata e se proprio odiate la luce dura del flash armatevi di un piccolo cavalletto ed aumentate i tempi di posa

Nessun commento:

Posta un commento