Follow by Email

mercoledì 17 agosto 2011

Olympus E-5 + 50-200 SWD + EC14

 

Gli aggiuntivi ottici non sono molto ben visti in fotografia perchè solitamente portano ad un deterioramento dell’immagine. In questa prova ho utilizzato l’ EC-14, un moltiplicatore 1.4x di Olympus associato al magnifico 50-200 SWD ottenendo così un 70-280, equivalenti a 140-560mm nel ff. Il risultato finale si traduce in una perdita di un solo stop di luminosità ma nessuna perdita di nitidezza o reattività della lente. Le foto che seguono sono eseguite a mano libera alla massima escursione focale con sensibilità a 200 iso e f 8 per aumentare la profondità di campo.

T0005491

 

T0005500

 

T0005505

 

T0005524

Il 50-200 SWD non è una lente macro ma come potete vedere si avvicina molto a quella tipologia di vetri permettendo di riprendere insetti a debita distanza, soprattutto con l’aiuto del moltiplicatore. Per questa prova ho optato per il tele piuttosto che per il 50mm macro perchè anche usando il moltiplicatore avrei ottenuto “solo” un 140mm equivalente che si sarebbe rivelato corto oltre al fatto che il 50 macro non è un fulmine nella messa a fuoco mentre il 50-200 SWD sì.

Una nota un pò polemica verso chi sostiene che il sistema Olympus è penalizzato rispetto alla concorrenza a causa della profondità di campo doppia a parità di focale…in questi scatti ho usato f 8, equivalente a f 16 nel ff e nonostante ciò non tutto l’insetto risulta a fuoco. Avrei potuto usare un f 4 volendo ma in quel caso gli insetti sarebbero risultati confusi a causa della bassa profondità di campo a disposizione. Direi quindi che Olympus anche in questo campo non ha nulla da invidiare alle concorrenti.

Nessun commento:

Posta un commento