Follow by Email

martedì 6 settembre 2011

Estinzione dei professionisti

Sempre più spesso leggo sui forum le lamentele dei fotografi professionisti che non si capacitano del fatto che ormai le persone possano preferire farsi fare i servizi fotografici dai propri amici amatori piuttosto che da loro. Ma questi “professionisti” si rendono conto che la fotografia è cambiata? Che non c’è più bisogno di pagare uno sproposito per avere una bella foto? Purtroppo una volta, con la pellicola, ci si doveva affidare ai professionisti e pagarli fior di Lire perché il risultato finale era una incognita e lo si poteva vedere solo con lo sviluppo dei negativi. Oggi il digitale ha decretato la democratizzazione dell’arte fotografica rendendo accessibile a tutti l’apprendimento delle tecniche che prima, a causa dei costi dei rullini, dello sviluppo e della stampa erano appannaggio di pochi. Mi rendo conto che un discorso così possa non piacere ma i fatti parlano chiaro, la tecnologia ha spazzato via molti mestieri, pensiamo agli assemblatori di pc, fino a qualche anno fa ce ne erano molti, ora sono spariti, perché? Semplicemente perché non c’è più bisogno di loro, attraverso i forum si possono reperire le informazioni che si cercano, tramite ebay si acquistano i componenti a basso prezzo e l’assemblaggio è alla portata di tutti.  Per la fotografia è successa la stessa cosa, oggi una reflex digitale è in mano alla maggioranza dei fotografi, basta andare per le piazze per vederlo ed ottengono gli stessi risultati di un fotografo professionista una volta imparate le basi, perché si dovrebbe spendere per qualcosa che si può avere gratis o a basso prezzo? Ancora oggi vedo che un professionista chiede anche oltre i mille euro per un matrimonio, stiamo scherzando? Le fotografie sono a costo zero non essendoci più rullini, sviluppo e stampa quindi si paga il tempo e la qualità dell’attrezzatura. Bastano queste due cose per giustificare certe tariffe? No, ho visto i risultati di questi professionisti e assolutamente non sono giustificati perché chiunque investa 2000 euro in attrezzatura può fare altrettanto. Allora saranno le tasse  e la stampa ad incidere? Mah, ho i miei dubbi, molti professionisti non rilasciano fattura lavorando di fatto in nero e per le stampe si affidano ai stessi servizi online che usiamo noi comuni mortali. Purtroppo la fotografia professionista ha fatto il suo tempo, ha ancora un senso nelle foto da studio in cui oltre all’attrezzatura fotografica conta anche quella per l’illuminazione ma per il resto basta dare un’occhiata in internet per accorgersi che la qualità la si trova anche nelle foto fatte da ragazzini di 14 anni senza andare a cercare e pagare quella di sedicenti professionisti.
Io parlo da amatore che alle volte si è ritrovato a fare foto e a regalarle perché di fotografia non vivo, è solo una passione e per questo ho subito gli attacchi di alcuni sedicenti “professionisti” sui forum. A quei professionisti ho chiesto se in caso di bisogno, per esempio per un meccanico, si rivolgono al costoso concessionario ufficiale o se si servono di qualche loro amico o parente per i lavoretti e non mi hanno risposto. Brutta cosa l’ipocrisia, da che mondo è mondo se si può si cerca di risparmiare ma guai se ciò ci penalizza in prima persona. Questo intervento ha poco a che fare con la fotografia in sé ma alle volte è giusto anche esprimere una propria opinione su cose che comunque vengono dibattute in rete e che portano a scontri anche accesi.

Nessun commento:

Posta un commento