Follow by Email

giovedì 22 settembre 2011

Nikon 1 : quando l'inutilità prende forma



Era da un pò nell'aria ed alla fine è arrivata la presentazione ufficiale della evil di casa Nikon, la serie 1.
Nel settore delle reflex senza specchio quindi è entrato uno dei maggiori produttori mondiali di fotocamere ma lo ha fatto scegliendo una strada a mio avviso assurda creando un nuovo standard a livello di sensore denominato CX.
Fino ad oggi le macchine di questo tipo montavano o un sensore APS-C (Sony,Samsung ecc...) o un sensore 4:3 (Olympus e Panasonic), oggi Nikon ha deciso di mettere nella mischia una fotocamera, anzi due, che montano un sensore grande 13.2mm x 8.8 mm e con fattore di moltiplicazione per le ottiche di 2.7x, più piccolo quindi del 4:3 di Olympus e Panasonic e dell'APS-C.
Come mai questa scelta?
Ufficialmente Nikon ha dichiarato che il motivo deriva nella volontà di voler mantenere compatte le misure di questa nuova famiglia di fotocamere ma è solamente una scusa visto che la compattezza deriva principalmente dal fatto di adottare ottiche mediocri e poco luminose. La realtà è che Nikon non vuole pestarsi i piedi nella vendita delle reflex tradizionali di fascia bassa e così ha messo a punto un formato che io definirei "per i polli" per cercare di arginare l'espansione delle altre case nel settore delle macchine senza specchio senza limare le proprie vendite nel settore reflex tradizionale.
Un sensore come quello presentato da Nikon ha fisiologicamente un rumore di fondo simile a quello delle compatte, con pochi benefici quindi in termini di pulizia delle immagini ad alti iso e tenuta dei dettagli fini, due aspetti cari ai fotografi smaliziati. Gli acquirenti ideali saranno i neofiti affascinati dal marchio che si lanceranno nell'acquisto di un prodotto che non sarà né carne né pesce che non potrà soddisfarli ma che in compenso li costringerà a spendere altri soldi per passare a qualcosa di "serio".
Onestamente Nikon mi ha deluso, è un marchio che ho sempre rispettato ma che ha deciso di anteporre gli interessi monetari alla qualità dell'immagine e per un marchio storico della fotografia questo è inaccettabile a mio avviso.
A titolo informativo metto anche le immagini dei due modelli presentati, la V1 dotata di mirino elettronico incorporato, corpo in lega di magnesio, display 3" da 900.000punti:









E la J1, priva del mirino integrato, display da 3" da 461.000 punti e  il corpo in alluminio ma che presenta anche un piccolo flash a scomparsa che manca nella sorella maggiore:







Come obiettivi saranno da subito disponibili i seguenti modelli:

- Nikkor VR 10 - 30mm F3.5-5.6; 27 - 81mm equivalente ( kit zoom)

- Nikkor VR 30 - 110mm F3.8-5.6; 81 - 297mm equivalente- Nikkor 10mm F2.8 "pancake" (obiettivo molto compatto); 27mm equivalente


Tutti bui per mantenere le dimensioni compatte...

Il prezzo della Nikon V1, che sarà in vendita a partire da ottobre 2011, è di 899 dollari (corpo macchina + zoom 10 - 30 mm (27 - 81 mm equivalente).



Aggiungo un raffronto sulla grandezza dei vari sensori ponendo una particolare attenzione nel far presente come il CX, a causa della sua esigua grandezza e quindi enorme profondità di campo, impedirà di ottenere uno sfocato degno di nota a discapito dei ritratti cui siamo abituati con gli altri sistemi. 



Nessun commento:

Posta un commento