Follow by Email

lunedì 12 dicembre 2011

Foto street e rispetto altrui

Ultimamente sul web si assiste al dilagare di fotografie definite:"street". In cosa consistono? originariamente questo tipo di fotografia aveva lo scopo di documentare attimi di vita sociale, eventi ed avvenimenti da esportare nel mondo come dei documentari, estrapolando quindi il soggetto dal suo essere e rendendolo attore in una scena, in un contesto narrativo. Oggi per street si intendono le foto rubate a soggetti ignari mentre vivono la loro vita ed i file vengono poi catapultati nel web all'insaputa di chi è stato furtivamente ripreso. I paparazzi dei poveri li chiamo io. E' il genere di fotografia che meno apprezzo in assoluto perchè va a ledere la privacy delle persone senza un reale motivo, solo per il gusto di impossessarsi di modelli e modelle inconsapevoli piuttosto che pagare dei professionisti per un servizio fotografico. Le persone oggi si comprano dei cannoni al posto degli obiettivi per questa ragione, non sono più i fotografi naturalisti a prendere i teleobiettivi spinti ma i cacciatori di volti che si aggirano per città a caccia di prede. 
Il mio consiglio è di denunciare tali persone, questi sedicenti fotografi rovinano la reputazione a tutti e fanno si che la gente guardi una macchina fotografica con diffidenza, esistono leggi da rispettare ma ancora prima esiste il rispetto per la persona e per la sua dignità che passa attraverso il suo corpo ed il suo volto.
Sarò all'antica ma il mio rispetto va a chi fa foto vere, non a chi ruba scatti a caso.

Nessun commento:

Posta un commento