Follow by Email

mercoledì 29 febbraio 2012

Review Fuji X100 Black Edition : primo contatto

Oggi sono sceso dal mio spacciatore di fiducia perchè dopo tanto leggere e tanto vociare a proposito di questa macchina fotografica volevo prenderla in mano e provarla, risultato? 
Sono tornato a casa con una X100 versione Black Limited Edition di cui sono stati fabbricati 10.000 esemplari numerati, il mio è il N°6489, per l'Italia ne sono stati previsti 180 in distribuzione.
Partiamo dalla scatola, c'è poco da dire, la Fuji ha fatto le cose per bene, la confezione è totalmente nera, molto elegante e divisa in due scatole, in una è contenuta la macchina fotografica, la custodia in pelle, il paraluce, un filtro UV e un adattatore per montare questi due aggiuntivi alla lente mentre nella seconda scatola trovano posto i cavi, il manuale, la batteria, il carica batteria e il tagliando con la numerazione della macchina e la tracolla.
Oggi posso solo fermarmi all'aspetto e alla costruzione non avendo fatto neanche uno scatto di prova e dovendo ancora dare un'occhiata al manuale, intanto eccovi le foto della piccola belva nera:












La macchina è di dimensioni generose, molto solida e squadrata, come piacciono a me insomma, ed il peso non è certamente contenuto tenendo conto che è totalmente in metallo.
L'ottica è nota, una lente fissa 35mm equivalente f2, una lente tuttofare quindi, buona un pò per tutte le occasione e ad essa è abbinato un sensore aps-c da soli 12Mp, dico soli come un complimento, meno risoluzione=meno rumore ad alti iso.
Sul perchè io abbia optato per la versione nera che costa parecchio più della versione silver è presto detto, comperando la custodia, il filtro e il paraluce avrei speso quasi la stessa cifra ma almeno questa è in edizione limitata e dovrebbe garantire una buona tenuta del valore nel tempo, cosa che nell'era digitale è assai raro.
La cosa che più affascina in questa macchina è sicuramente il mirino, un ibrido ottico-elettronico molto interessante, in pratica attraverso una leva si può passare da una visualizzazione ottica all'uso di un mirino elettronico di buona risoluzione a seconda dei gusti personali e della situazione, idea geniale a mio parere. Da segnalare che nella posizione ottica si possono comunque visualizzare le informazioni basilari dello scatto e la livella elettronica a tutto vantaggio dello scatto stesso.
Io sono un amante della vecchia scuola fotografica e rivedere delle belle ghiere sopra un corpo macchina mi rende felice, qua abbiamo quella per la selezione dei tempi e per l'esposizione, grandi e facili da raggiungere con il pollice.
Occhio al tappo, è in metallo, è stupendo ma non è vincolato al corpo e durante il trasporto ho visto che la possibilità che si stacchi accidentalmente c'è e non sarebbe bello doverne comperare un altro...
Le prime sensazioni sono positive, sono curioso di provare le impostazioni di colore che si rifanno alle gloriose pellicole Fuji per vederne i risultati e già domani conto di fare i primi scatti in esterna visto che dovrebbe esserci un bel sole.
Per ora non posso dire di più, conto di aggiornare il blog al più presto con qualche scatto di esempio e qualche riflessione più approfondita su questa macchina fotografica.
Nota informativa la mia macchina montava la versione 1.12 del firmware ma l'ho subito aggiornata alla più recente 1.13, ogni aggiornamento porta con se dei benefici, perchè farne a meno?

Nessun commento:

Posta un commento