Follow by Email

lunedì 31 dicembre 2012

Anno nuovo...fotocamera nuova?

La Olympus e-m5 mi ha regalato un 2012 di buone soddisfazioni ed ora mi trovo a riflettere se rimanere con lei o se assaggiare un altra pietanza. Il problema come sempre è il corredo, il corpo macchina costa relativamente poco ma comprare nuove ottiche può essere un salasso. Tra le macchine che mi piacciono attualmente ci sono la Pentax k5 II, la Fuji x-e1 e la Sony nex 7. Tre macchine molto diverse tra loro e dalla OMD e con ottiche degne di nota.
Mi sa che dovrò riflettere ancora parecchio!

martedì 25 dicembre 2012

Auguri di buon Natale a tutti voi

Ad un passo dalle 50.000 visite colgo l'occasione per augurare a tutti coloro che sono passati per questo blog un lieto Natale ed un buon 2013.
Buone foto a tutti voi.

mercoledì 19 dicembre 2012

Tenere per se le proprie foto o condividerle con il mondo?

In questi giorni molti si stanno chiedendo se rimanere su piattaforme come Facebook e Instagram per quanto concerne il salvataggio e la condivisione delle proprie immagini.

Il problema può essere irrilevante per la maggior parte delle persone che di solito usano questi social network per condividere senza pensieri le proprie foto fatte quasi esclusivamente con i cellulari.

Esistono però anche i professionisti o coloro che alla fotografia dedicano una parte della propria vita che non vedono di buon occhio che i loro lavori possano essere utilizzati da questi fornitori di servizio per usi commerciali senza venir risarciti in qualche misura.

Personalmente ritengo che le nuove politiche di questi social network in materia di utilizzo dei dati degli utenti, incluse le fotografie, sia inaccettabile per il semplice fatto che vengono imposte e non concordate.

Sono perfettamente d’accordo con il fatto che un servizio se gratuito può cambiare le regole a proprio piacimento ma credo sempre nel rispetto del lavoro altrui e nel fatto che se un guadagno dovesse esserci dovrebbe arricchire anche chi il lavoro lo ha eseguito materialmente seppur in modo simbolico.

Io ho deciso di togliere le mie foto sia da Facebook che da Instagram e mi dispiace perché erano comunque dei veicoli per condividere una passione e poter crescere attraverso gli scatti altrui da cui trarre idee e suggerimenti.

Continuerò ad utilizzare Google+ e Flickr che offrono maggiori garanzie di tutela intellettuale e proprio in questo senso mi sento preso in giro perché mentre a noi dicono che scaricare musica o film è un reato loro si prendono il diritto di fare lo stesso con il nostro materiale intellettuale.

Di sicuro il mondo della fotografia non risentirà della mia decisione, ci saranno milioni di bravi fotografi che continueranno a postare e a condividere i propri lavori ma credo che tanti faranno come me impoverendo di fatto una condivisione bella ed importante che avvicinava professionisti e amatori.

martedì 18 dicembre 2012

E-M5

Immagine creata con Snapseed

Instagram potrà vendere le nostre foto

Io mal sopporto Facebook e tutto quello che gli ruota attorno e mi puzzava il fatto che avesse acquistato Instagram senza un secondo fine.

Ecco fatto e servito il tranello…dal 2013 Instagram ( Facebook ) potrà vendere le foto caricate dagli utenti senza chiedere il permesso e senza riconoscere alcun compenso, bello vero?

La banca dati di Instagram è immensa e ci sono foto meravigliose fatte da giovani creativi e bravi ad usare smartphone e programmi vari che amano condividere le loro opere con il mondo e che si vedranno sfruttati lacerando ancor di più il mondo dei professionisti.

Unica possibilità concessa è quella di cancellare il proprio account entro la fine dell’anno…grazie mille per la gentilezza!

Personalmente appena arriverò a casa scaricherò l’intero archivio delle mie foto che ho online e cancellerò il mio account, un vero peccato, vorrà dire che inizierò ad usare Google+ e Flickr, meno social ma anche meno ladri!

lunedì 17 dicembre 2012

Ottiche Samyang

Sia nel micro 4\3 che in tutti gli altri sistemi alle volte si vorrebbero ottiche buone ma a prezzi contenuti, una possibile soluzione viene offerta dalla Samyang.

Questa azienda produce lenti prive di autofocus ma con tutti gli attacchi disponibili sul mercato e i loro prezzi sono bassi se rapportati a lenti analoghe presenti nei cataloghi dei vari produttori. Io ho avuto modo di provarle con attacco 4\3 quando avevo la e5 e devo ammettere di esserne rimasto piacevolmente colpito per la resa ottica e la qualità costruttiva generale. Molti potrebbero storcere il naso davanti alla mancanza di auto focus ma almeno per me non era un problema essendo comunque abituato a focheggiare a mano anche con le ottiche di serie.

Io le consiglio vivamente a tutti coloro che vogliono sperimentare ottiche luminose senza dover vendere un rene e a tutti gli amanti del fuoco manuale, difficilmente potranno deludere le aspettative a fronte di un risparmio di denaro notevole.

venerdì 14 dicembre 2012

Copyright e diritti d'autore in fotografia

Quello del diritto d’autore è un argomento che solitamente si associa a film e musica ma in realtà riguarda tutto ciò che una persona produce attraverso il proprio lavoro ed è frutto del proprio intelletto.

Qualcuno potrebbe dire che le foto sono solo immagini e che metterle in rete è come permettere tacitamente a tutti di prenderle ed usarle a proprio piacimento ma così non è.

Io ad esempio carico le mie foto su questo blog, su flickr o su facebook ma la foto è mia e tale deve rimanere altrimenti sarebbe come entrare ad una mostra, staccare un quadro e portarselo a casa sostenendo che era lì e quindi poteva essere fatto.

So che molti credono che una foto non abbia valore e nella maggior parte dei casi è così, ci sono milioni di foto inutili comprese le mie, ma dietro ad uno scatto può esserci uno studio, un lavoro, una tecnica e appropriarsene equivale a sminuire se non annullare il lavoro altrui.

Personalmente ho potuto trovare un paio di mie foto utilizzate da altri senza il mio consenso, sarebbero bastate due righe vie mail e avrei ceduto i diritti di utilizzazione senza problemi, ma così è stato un semplice furto.

Si potrebbe obiettare che si conoscono i rischi della rete ed è vero ma allora si dovrebbe anche ammettere che chi naviga lo fa al solo scopo di sottrarre materiale altrui e non credo che si debba e possa generalizzare.

Si possono proteggere le immagini mettendole a bassa risoluzione ma spesso ciò implica anche una perdita inaccettabile della qualità che in una foto è tutto. Si possono sovrapporre firme ma anche in questo caso chi vuole usare la foto o la ritaglia oppure gli basta usare un semplice editor fotografico per ritoccarla quanto basta a renderla utilizzabile.

Alla fine si tratta di rispetto a mio avviso, rispetto verso la persona ed il suo lavoro anche perché la condivisione delle immagini permette a tutti di crescere dando spunti, facendo conoscere materiale fotografico e relativa resa e permettendo a chi nutre una passione di condividerla con altri.

Non mi dilungo sulla privacy perché è un tema che ho già trattato in passato scontrandomi con sostenitori della totale libertà individuale in barba a quella altrui.

Un fotografo andrebbe rispettato in quanto artista al pari di chi dipinge o crea musica ma in Italia non è mai stato così, lo si è sempre visto come un artigiano nel migliore dei casi e con l’avvento del digitale ha perso anche questa connotazione venendo mischiato alla schiera immensa di cellulare-fotografi.

 

 

 

giovedì 13 dicembre 2012

Samsung Galaxy Camera primo contatto

Ho avuto modo di provare per un po’ la nuova compatta di casa Samsung, la Galaxy Camera.

La peculiarità di questa macchina fotografica non risiede tanto nell’ottica che comunque si difende o nel sensore che risulta nella media delle concorrenti ma per il fatto che monta il sistema operativo Android e possiede lo slot per la SIM del cellulare oltre al WiFi per poter subito condividere i propri scatti via mail, sui social network o per salvarli in cloud.

Tutto funziona via touch, l’unico tasto fisico è quello dell’accensione e la levetta per regolare l’escursione dello zoom, per il resto si lavora tutto tramite lo schermo di generosissime dimensioni.

Per chi proviene da uno smartphone sarà tutto a portata di mano, ci si ritrova in tutto e per tutto in ambiente android con la possibilità di installare le tante applicazioni di fotoritocco presenti nel play store e quelli per la gestione dei filmati.

Personalmente credo che sarà il mio auto regalo di natale, in colorazione nera è fantastica e permette di fare tutto ciò che serve ad un blogger senza bisogno di un pc.

Ovviamente la qualità degli scatti è da compatta ma era scontato, resta il fatto che ci troviamo davanti ad un nuovo concetto di macchina fotografica nata per lavorare a 360° attorno all’immagine rendendola fruibile al mondo immediatamente, elaborabile subito e l’estrema personalizzazione possibile con android farà nascere sicuramente rom dedicate.

Unico lato negativo le dimensioni, non è propriamente da taschino ma non poteva essere diversamente ospitando uno schermo touch notevole che solo grazie alle proprie dimensioni rende realmente fruibile questa macchina fotografica.